Impianti di telefonia mobile

Vista la crescente domanda di velocità di trasmissione, è ormai inevitabile lo smantellamento di preesistenti infrastrutture e tecnologie di rete, per favorire la costruzione di nuove. I gestori di telefonia mobile e i produttori di sistemistica contano perciò, passo dopo passo, su nuove e innovative tecnologie “Remote Radio Head” o “Remote Radio Unit” per sistemi UMTS (Universal Mobile Telecommunications System, 3G) e LTE (Long Term Evolution, 4G). In tutto ciò bisogna tenere in considerazione, oltre ai costi di investimento, anche i costi di funzionamento nell’analisi onnicomprensiva dell’indice ROI. Lo scopo consiste nell’offrire ai fruitori di telefonia mobile affidabilità e una copertura di rete decisamente ottimizzata.

Vista l’altezza e la posizione esposta, gli impianti di telecomunicazione e di telefonia mobile sono tuttavia soggetti al pericolo di scariche di fulmini. Perciò la protezione affidabile per parafulmini e contro le sovratensioni, acquisisce un significato rilevante.
Un sistema di protezione completo e professionale comprende:

  • Parafulmine esterno con dispositivi di intercettazione e di dispersione – in particolare osservanza della distanza di separazione e dell’impianto di messa a terra.
  • Parafulmine interno con limitatore di tensione per il collegamento equipotenziale della protezione antifulmine.

I requisiti del sistema di protezione scaturiscono dall’analisi dei rischi, eseguita secondo la norma internazionale IEC 62305-2. Gli assicuratori e i periti esigono il rispetto di misure efficaci per la protezione contro fulmini e sovratensioni in fase di pianificazione e realizzazione di impianti di telefonia mobile e telecomunicazioni, come parte integrante della protezione di persone e oggetti.


Ulteriori informazioni: